NEWS & MEDIA

05 febbraio 2021

Beatrice Cenci, il ritratto di un’eroina moderna in Haltadefinizione


Il gigapixel per indagare la celebre tela attribuita a Guido Reni.

Beatrice Cenci Reni

Durante l’ultima campagna di acquisizione condotta presso le Gallerie Nazionali di Arte Antica a Roma, sono stati oggetto delle riprese in altissima definizione non solo i capolavori di Caravaggio, recentemente pubblicati nella galleria virtuale per i 450 anni dalla nascita dell’artista, ma anche il presunto Ritratto di Beatrice Cenci attribuito a Guido Reni.

La giovane raffigurata viene tradizionalmente identificata con Beatrice Cenci, nobile romana accusata di parricidio, processata e decapitata a Roma l’11 settembre 1599. Si narra che il dipinto sia stato eseguito in carcere da Guido Reni poco prima dell’esecuzione capitale, una vicenda tragica che data la notorietà della famiglia Cenci, catturò l’interesse del popolo.

A lungo si è dibattuto sull’attribuzione dell’opera a Guido Reni, a tal proposito, le indagini diagnostiche e il successivo intervento di restauro condotto sul dipinto nel 1999, hanno riportato alla luce alcune informazioni inedite che potrebbero validare questa ipotesi. Sotto la pellicola pittorica sono emersi due pentimenti in corrispondenza del copricapo e del volto, mentre le indagini chimiche datano la preparazione del supporto e la materia pittorica al primo ‘600. Insieme a un’attenta analisi stilistica le scoperte confermerebbero l’autografia di un artista raffinato e capace, quale era Reni, se non fosse che al tempo pare si trovasse a Bologna. Recentemente è stato ipotizzato che l’opera potrebbe essere attribuita a Ginevra Cantofoli, pittrice bolognese poco nota, attiva nei primi decenni del XVII secolo.

In questi casi, la digitalizzazione in gigapixel può rivelarsi uno strumento utile per approfondire gli studi sulla tela attraverso lo studio delle pennellate, e acquisire ulteriori elementi utili alla ricerca. La riproduzione digitale in altissima definizione e il visore multimediale consentono, infatti, di indagare il dipinto in ogni dettaglio e di studiare in modo inedito le superficie pittorica. 

La storia di Beatrice Cenci

Il ritratto è uno dei più celebri e affascinanti di Palazzo Barberini. La giovane Beatrice fu vittima di ripetuti abusi e violenze da parte del padre, finchè, insieme ai fratelli e alla matrigna, per difendersi risposero alla violenza con violenza commissionando l’omicidio del padre. Il caso suscitò un forte interesse tra i contemporanei che seguirono con trasporto le indagini e il processo, e sperarono fino all'ultimo nell’assoluzione di Beatrice e dei suoi fratelli da parte di Papa Clemente VIII, ma purtroppo l’epilogo fu tragico e si concluse con la decapitazione. Si narra che Caravaggio assistette all’esecuzione e prese da questa ispirazione per la stesura del famoso Giuditta e Oloferne, anch’esso a Palazzo Barberini. La storia di Beatrice divenne leggendaria e avrà un notevole impatto nella letteratura dei secoli successivi, tra cui si ricordano autori del calibro di Shelley, Stendhal e Artaud, che la immortalano come un’eroina romantica.

Immagini per volumi di pregio

Anche il dettaglio più piccolo può essere catturato e inserito nella tua pubblicazione esclusiva.

Contenuti per l'editoria digitale

Un clic per entrare nei capolavori dell’arte.

Servizi di stampa in Fine Art

Il pregio dell’altissima definizione unito alle tecniche più avanzate di stampa Fine Art.

Riproduzioni d'arte in tiratura speciale

Eppure si muove: anche le opere più irraggiungibili diventano accessibili.

Art Experience

L’opera d’arte non va vista, va vissuta.

Proiezioni dinamiche

Una full immersion nell'arte.

Repliche d'arte

A tu per tu con l’opera d’arte.

Progetti su misura

Arte su misura per allestire ogni tipo di spazio.

Allestimenti scenografici

La forza del gigapixel per accompagnare il tuo evento e renderlo davvero unico.

Progetti per il contract

Personalità, colore e dinamismo: dettagli artistici per arricchire ogni spazio commerciale.

Il licensing: come funziona?

Opere d’arte in gigapixel, creatività senza limiti.

Image bank

Più di 500 capolavori dell’arte italiana in HD digitale.

Valorizzazione museale

Un’immagine straordinaria deve poter essere esplorata in modo straordinario.

Campagne di digitalizzazione

L’acquisizione digitale che fa bene all’opera d’arte.

Un’immagine vale più di mille parole

Impiega il linguaggio visivo per insegnare l’arte. Adotta Haltadefinizione.

Opere spettacolari da ammirare in classe

Svela in aula i dettagli segreti dei grandi capolavori con Haltadefinizione.

Oltre 600 capolavori al servizio della didattica

Sperimenta nuove forme di apprendimento dal vivo e digitali con Haltadefinizione. 

Pinxit

Arte aumentata a scuola.

Edutainment

Non c’è niente di più coinvolgente dell’arte. 

Gestione diritti

Ti affianchiamo nella gestione dei diritti d’uso per ogni tipo di opera.

Perchè il gigapixel?

Non puoi dire di conoscere un’opera d’arte se non ne hai apprezzato il suo dettaglio più piccolo.

Musei e gallerie

Tutte le collezioni presenti in archivio. 

Il licensing: come funziona

Opere d’arte in gigapixel, digitali e pronte all’uso.

Real High Definition

Digitalizzazione per le opere di piccolo formato.

Large High Resolution

Nessuna opera è troppo grande.

Dispositivo Ripresa Codici

La soluzione perfetta per i libri più antichi.

Virtual 3D Light

La luce giusta per ricostruire la forma.